Carriera - Vita di Carlotta Nobile

Vai ai contenuti

Menu principale:

Musica
Annunciata profeticamente ancor prima della sua nascita dalla mistica centenaria Madre Raffaelina Borruto S.D.C. come «una donna eccezionale», Carlotta fin da subito si nutre di cultura, musica, libri ed arte in una famiglia normalmente cattolica, composta dai genitori Vittorio e Adelina e dal fratellino Matteo. Non appartiene a comunità o movimenti: la fede in casa si vive con pudore e nel privato.
Le sue profonde sensibilità ed intelligenza la portano fin da bambina ad annotare ovunque i suoi pensieri, dai quali si evince un grande tormento interiore, nutrito di un misterioso pessimismo. «La mia storia sarà diversa» scrive a 8 anni.
Comincia giovanissima a studiare il violino conseguendo  nel giugno 2006, a soli 17 anni, il Diploma  presso il Conservatorio "Nicola Sala" di Benevento con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore, proprio negli stessi giorni in cui è impegnata negli esami di maturità classica, portata a termine con la votazione di 100/100; nell'anno accademico 2006/2007 viene ammessa  a frequentare sia i Corsi di Alto Perfezionamento in Violino presso l’Accademia Internazionale di Portogruaro, tenuti dai Maestri Pavel Vernikov, Igor Volochine ed Alexandr Semchuk ed organizzati dalla Fondazione Musicale “Santa Cecilia” che quelli di Perfezionamento in Violino del Maestro Vernikov presso la Scuola di Musica di Fiesole, studiando contemporaneamente  anche a Londra con il violinista  Eugene Sarbu.
Nell’estate 2011 frequenta gli “Internationale Meisterkurs” di Alto Perfezionamento, per  il violino, con il M° Pierre Amoyal  presso l'“Universitat Mozarteum” di Salisburgo (Austria).
Sin da giovanissima suona in varie formazioni da camera esibendosi - in qualità di violinista, violino di spalla d'orchestra, violino solista con orchestra - presso importanti istituzioni nazionali ed internazionali, fra cui: Universitāt Mozarteum di Salisburgo, Auditorium Parco della Musica di Roma, Istituto Storico Germanico di Roma, Istituto Franz Liszt di Bologna, Teatro Unione di Viterbo, Villa Nobel di Sanremo, Reggia di Caserta, Biblioteca di Via Senato a Milano, Palazzo Reale di Napoli, ecc.
Partecipa a diversi concorsi violinistici nazionali ed internazionali,  risultando vincitrice in numerose occasioni del Primo Premio assoluto  - Premio Violinistico “F. Kreisler” di Matera - edizione  2006 -; Diploma di “Distinguished Musician” all’International Ibla Grand Prize (edizione 2007); “Ernest Bloch Special Mention” all’International Ibla Grand Prize, edizione 2008 (istituzione che il 18 luglio 2013, alla notizia della sua scomparsa, le dedica il Concerto dei Vincitori 2013) –.
Ancora, nel maggio del 2008 ottiene  il Primo Premio assoluto al Concorso Nazionale “Città di Viterbo”, premiata dal M° Beatrice Antonioni.
A giugno dello stesso anno, per l’Accademia di Santa Cecilia e per l’Università “La Sapienza”,  esegue  in prima assoluta moderna presso il “MUSA” /Auditorium Parco della Musica di Roma opere inedite per violino solo e per violino e pianoforte di compositori romani della scuola di Franz Liszt (E. Pinelli, L. Mancinelli), in duo con la pianista Cinzia Merlin replicando, poi,  il medesimo concerto a Bologna, presso l’Istituto “Franz Liszt”.
Tra il marzo 2007 ed il febbraio 2008 partecipa, in qualità di violino solo, alla tournée nazionale dello spettacolo musico-teatrale “Carissimo Orco – omaggio a Giosuè Carducci”, organizzata dalla Titania Produzioni in collaborazione con il Ministero dei Beni Culturali, esibendosi in numerose città italiane (Roma, Milano, Sanremo, Napoli, Salerno, Avellino, Cosenza, Potenza, Bari, Agrigento, Palermo) ed eseguendo brani tratti dal repertorio per violino solo di Bach, Bloch, Paganini, Ysaÿe.
Nel 1 maggio 2008  le viene dedicata una puntata della trasmissione “Alta Fedeltà” sul canale Sat 2000, in cui esegue dal vivo “Les Furies” dalla II Sonata per Violino solo di E. Ysaÿe; per la stessa televisione  registra anche in duo con la pianista Kelly Lidiane Gallo.
Di nuovo  per la Titania Produzioni e nell'ambito dell'XI Settimana della Cultura organizzata dal MIBAC, nel 2009 ritorna in palcoscenico come violino solista nella tournée dello spettacolo musico-teatrale “Estate a Donnafugata”, ispirato a “Il Gattopardo”, capolavoro di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, con musiche di Paganini, Bloch, Biber; in tale circostanza  esegue in prima assoluta la “Fantasia Onirica” per violino solo del compositore Emanuele Cintura Torrente.
Ancora, nel marzo/giugno 2010 partecipa, sempre per il MIBAC e la Titania Produzioni, alla tournée musico-teatrale dello spettacolo “Interviste Impossibili – Omaggio a Cavour”, in occasione del bicentenario della nascita dello statista, per la regia di Marta Bifano.
Nel maggio 2010 viene invitata ad esibirsi, in qualità di violino solo, nella performance artistica in occasione del vernissage della mostra d’arte contemporanea dal titolo “Mutiny seemed a Probability”, a cura di Adrienne Drake presso la Fondazione Giuliani di Roma.
A soli 21 anni, nel 2010, viene nominata direttore artistico dell'Orchestra da camera dell'Accademia di Santa Sofia di Benevento. Come primo direttore artistico, si impegna nel lancio dell'Accademia, anche in vista della sua esportazione fuori dai confini regionali, curandone la programmazione concertistica di durata triennale, formula inedita su tutto il territorio nazionale. La sua proposta di un cartellone vario ed eclettico, che spazia da Mozart ai Beatles, da Piazzolla a Strauss, da Bach al Novecento Italiano e al Settecento napoletano, raccoglie consensi e successo di pubblico. La Nobile rimarrà attiva come Direttore Artistico dell'Accademia di Santa Sofia sino alla prematura scomparsa. La sua opera contribuì a gettare le basi per la rapida entrata dell'accademia nel Fondo unico per lo spettacolo (FUS) del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Dopo la sua morte, l'Accademia vivrà tre anni di sosta, per poi riprendere l'attività dell'Orchestra sotto la direzione artistica del M° Filippo Zigante.

Dall'ottobre 2010 collabora con l'Associazione Massimo Freccia di Ladispoli (RM), della cui orchestra diviene violino di spalla, esibendosi in numerosi concerti sia con l'orchestra da camera Medi@ensemble - spesso anche in qualità di violino solista -, sia in varie formazioni da camera, che come Tutor dell'Orchestra giovanile Massimo Freccia (OgMF).
Nell'ottobre 2012 partecipa alla registrazione del CD “Il pentagramma della memoria”,  promosso dal Rotary Club e dalla Fondazione Carlo Levi di Roma e dedicato alla riscoperta di musiche ebraiche, incidendo con il pianista Marco Scolastra il “Baal Shem” (Vidui – Nigun – Simchas Torah) per violino e pianoforte di Ernest Bloch.
Nel 2012 aderisce con entusiasmo alla filosofia generosa ed altruistica dei “Donatori di Musica”, rete di solidarietà impegnata nel portare la musica nei reparti oncologici italiani suonando in duo con il pianista Martin Berkofsky.
Arte
Sin da piccola viaggia moltissimo, “assorbendo” con curiosità avida e produttiva culture e stili di vita; queste esperienze, unite ai numerosi soggiorni di studio effettuati all'estero, le consentono di raggiungere una padronanza assoluta della lingua inglese ed un'ottima conoscenza di quella francese che si concretizzano non soltanto in acquisizione di forme espressive “altre” ma soprattutto divengono apertura di orizzonti e sviluppo di una dimensione intellettuale unica e particolarissima.

Nel settembre 2007 si iscrive al corso di Laurea Triennale in Studi Storico-artistici presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università “La Sapienza” di Roma, laureandosi  l'11 gennaio 2011 con il massimo dei voti e la lode con una tesi in arte contemporanea sulla presenza di elementi e temi musicali nelle opere dell’artista proto-surrealista italiano Alberto Martini (Relatore: Prof.ssa Antonella Sbrilli); subito dopo frequenta brillantemente fino alla morte -a 2 esami dal compimento  degli studi- il corso di Laurea Magistrale nello stesso indirizzo presso la medesima Università.
Nel luglio 2009 viene ammessa alla frequenza del corso “Spanish art: passion in life, passion in death”, organizzato dall'Art History International Summer School della University of Cambridge (UK) e  diretto dalla Prof.ssa Gail Turner, ottenendo il massimo dei voti (A) nell’elaborato finale dal titolo “From genre studies to royal portraits: realism and illusion in Velazquez’s art”; nel 2010 segue, in qualità di allieva,  il “Contemporary Art” Course presso il Sotheby’s Institute of Art di New York.
Sempre nel  2010 si iscrive  al Corso FAD “Curatore Mostre”, organizzato dalla società Artedata – Formazione e servizi per la cultura elaborando, come prova finale, un progetto di mostra sull'artista Silvana Maglione; ancora nello stesso anno  segue   due moduli della prima edizione del programma educational “The Next Stop – Management dell’Arte Contemporanea” e  l’intera seconda edizione (da ottobre a dicembre 2010 al Palazzo delle Esposizioni di Roma).
Nell'anno accademico  2011/12 viene ammessa alla frequenza del LUISS Master of Art, corso di alta formazione postlaurea di durata annuale organizzato all’interno del LUISS Creative Business Center,  diretto da Roberto Cotroneo  con la supervisione scientifica di Achille Bonito Oliva, conclusosi  nel novembre 2012 con la mostra “CATARIFRANGENZE – Artisti a confronto”, (5 -28 novembre 2012 presso gli spazi del MACRO Testaccio, La Pelanda, Roma), curata dagli studenti del LMA in qualità di “curatore collettivo” in tutte le funzioni progettuali, culturali e organizzative, dal concept alla scelta di artisti e opere, dall’allestimento alla comunicazione, sino alla preparazione del catalogo.
Nel marzo 2011 riceve l'invito a tenere una conferenza presso la Pinacoteca Civica Alberto Martini di Oderzo (TV); disserta da unica relatrice sul tema “La Musica in Alberto Martini: Viaggio attraverso colori e suoni”, eseguendo alcuni brani tratti dal repertorio per Violino solo di J. S. Bach e E. Ysaÿe ed illustrando gli esiti delle sue ricerche su tele martiniane mai precedentemente studiate, risalenti soprattutto alla fase proto-surrealista ed al soggiorno parigino dell’artista.
Coltivando la sua grande passione per la scrittura, collabora con alcune riviste d'arte online come ArteLab.com.
Dal febbraio a giugno 2011 frequenta uno stage per  i suoi studi a “La Sapienza” nel ruolo di “assistente di galleria” per la Galleria 291 EST di Roma, occupandosi in modo attivo dell'allestimento di tre mostre.
Nel  maggio 2012, insieme ad alcune sue colleghe conosciute durante il LUISS Master of Art,  crea la piattaforma Almost Curators, uno spazio dedicato all'arte contemporanea ed alle sue molteplici contaminazioni con la musica, il cinema, la moda, la fotografia, etc. nell’ambito del quale scrive periodicamente di svariate tematiche, ideando  e curando personalmente le rubriche di approfondimento artistico-musicale “Tutta un’altra musica” e “Artheraphy”.
Nel gennaio 2013 - anche in questo caso fino alla morte - diventa stagista a Radio3 sotto l'egida della LUISS, nella redazione della trasmissione “A3 il formato dell'arte”, di cui cura il sito realizzando in brevissimo tempo un incremento fortissimo dei frequentatori della pagina web.
Scrittura
Parallelamente agli impegni musicali ed universitari coltiva una grande passione per la scrittura:  cura personalmente per due anni la rubrica musicale “Righe Sonore” sul portale multimediale interattivo www.ilquaderno.it ;  collabora fino alla morte  con il quindicinale cartaceo Realtà Sannita e con alcune riviste d'arte online come ArteLab.com.
Nel  maggio 2012, insieme ad alcune sue colleghe conosciute durante il LUISS Master of Art,  crea la piattaforma Almost Curators, uno spazio dedicato all'arte contemporanea ed alle sue molteplici contaminazioni con la musica, il cinema, la moda, la fotografia, etc. nell’ambito del quale scrive periodicamente di svariate tematiche, ideando  e curando personalmente le rubriche di approfondimento artistico-musicale “Tutta un’altra musica” e “Artheraphy”.
Alcune sue poesie giovanili sono  pubblicate dalle case editrici “Aletti” e “Giulio Perrone”;  nel dicembre 2008 esce il suo primo libro, “Il silenzio delle parole nascoste”, edito da Aletti Editore.
Il suo secondo libro, “Oxymoron”,  viene pubblicato dalla Casa Editrice Aracne  nel settembre 2012; nel dicembre dello stesso anno  lo presenta a Roma, alla Fiera del Libro “Più libri, più liberi” ed in altri spazi culturali, con performances che la vedono protagonista di parole e musica.
© 2018 Famiglia NOBILE.
Tutti i diritti riservati.
Torna ai contenuti | Torna al menu